bio

STONE#1

Nasce a Trieste nel 1989, dove vive e lavora.
Si diploma in fotografia presso l’APAB, scuola internazionale di fotografia a Firenze.

Dinamicità e minimalismo geometrico sono il mix esplosivo che rende i sui lavori opere dalla masticazione difficile ma allo stesso tempo dal sapore enigmatico e accattivante. Palusa gioca con la rilettura degli spazi e dei corpi che, stravolti e portati all’estremo, si animano di vita nuova mostrando all’osservatore che bisogna andare oltre ciò che siamo abituati guardare per riuscire veramente a vedere.


● 1° classificato, maratona fotografica “Città di Trieste” con il tema “doppio”, 2012
● Biennale d’arte di Brescia, Brescia, 2013
● Mostra personale “ESSENZA”, BRA11, Trieste, 2013
● Vincitore concorso PHOTO CARDS TRIESTE, 2013
ARTEFATTO #8, Palazzo Gopcevich, Trieste, 2013
SPAZIO GIOVANI, Sala Comunale d’Arte “Giuseppe Negrisin” , Muggia, 2013
PIU’ O MENO POSITIVI (HIV), Sala Veruda, Trieste, 2013, (COLLAAB)
● Progetto per la grafica Artefatto 2014
ARTEFATTO #9, Stazione Rogers, Trieste, 2014
● Mostra personale "LA NOTTE", ZimmerFrei, a cura di Cizerouno, Trieste, 2014
CORPO A CORPO di Davide M.Palusa e David d. Venezia, Check Point Paint, Trieste, 2014
INNESTI ADATTIVI, by ARTASYLUM, 2014
● Mostra personale “GNAM”, LeoLab, Trieste, 2015
● BODIFICATION, DoubleRoom, a cura di Massimo Premuda, Trieste, 2016
● PM10, Econtemporary, a cura di Elena Cantori, Trieste, 2016
● MUTABILIA, a cura di Valeria Serafini e Eloisa Tolu, Paratissima, Torino, 2016
● ANARTOMY, a cura di Federica Petricca, Mirabilia, M art Gallery, Reggio Emilia, 2016